Bologna e il Network delle Città Creative

Bologna e il Network delle città creative

Illustration by networkfiscale.com

Dal design alla moda, dall’enogastronomia di qualità ai beni culturali, dallo spettacolo dal vivo alle produzioni editoriali, cinematografiche e radiotelevisive, il settore culturale-creativo sta vivendo una fase di forte espansione e sta diventando sempre più una risorsa competitiva, importante non solo per il settore manifatturiero, ma anche per l’intera economia italiana, in particolare nel settore del turismo. Da un’indagine risulta che il settore culturale nel suo insieme contribuisce alla formazione della ricchezza del paese nella misura del 4,5% (dati Unioncamere – Symbola), percentuale che aumenta fin quasi al 20% se a questa voce aggiungiamo quella del turismo culturale.

Per quanto riguarda il terriorio dell’Emilia-Romagna, i dati parlano di circa 1.500 imprese nell’ambito culturale (spettacolo dal vivo, cinema, musica, e altro) e di oltre 25.000 tra imprese individuali e piccole imprese nell’ambito dei servizi creativi (architettura, design, pubblicità̀, multimedialità̀, comunicazione, produzione software, e altro), che nel complesso danno occupazione a 77.000 addetti, pari all’8% delle imprese e al 4,5% degli addetti dell’intera economia regionale (dati ERVET – “Cultura & Creatività, ricchezza per l’Emilia-Romagna).

Un potenziale di grande rilevanza quindi, che sicuramente non è sfuggito all’attenzione dell’UNESCO, il quale ha deciso che, nel mese di settembre, a Bologna si svolgerà l’edizione 2013 dell’Assemblea Mondiale dell’UNESCO Creative Cities Network. Per una settimana Bologna ospiterà i rappresentanti delle istituzioni e delle imprese di oltre 30 città tra le più importanti a livello internazionale, e avrà così l’opportunità di far conoscere le sue produzioni di eccellenza nel campo del design, della gastronomia, della musica e del settore creativo in generale. Inoltre questa occasione renderà anche possibile tessere alleanze e partnership con altre città straniere che spiccano per le loro capacità creative, in particolare quelle asiatiche, in modo da favorire i flussi del turismo.

Cos’è il Creative Cities Network?

Lanciato nel 2004 dall’UNESCO, il Network delle Città Creative ha come obiettivo creare una cooperazione e un legame tra città in grado di sostenere e di fare della creatività culturale un elemento cruciale per il proprio sviluppo economico, offrendo agli operatori del settore una piattaforma internazionale su cui convogliare l’energia creativa delle proprie Città, e costruendo così le fondamenta per proiettare esperienze locali in un contesto globale, con il fine ultimo di promuovere l’industria della cultura.

Le città membre del network sono riconosciute come : centri creativi che promuovo lo sviluppo socio-economico e culturale nel mondo, comprese le aree sottosviluppate, attraverso le industrie creative; gruppi socio-culturali che collegano diverse comunità per creare un ambiente urbano sano.

lI network delle Città Creative attualmente è composto da 31 città selezionate in tutto il mondo per il loro valore creativo, ed è suddiviso in sette aree corrispondenti ad altrettanti settori culturali: Design, Media Arts, Gastronomia, Cinema, Musica, Letteratura, Folk Art. Ogni due anni le città della rete, devono rendicontare la propria attività nel campo per cui sono state scelte, dimostrando di possedere ancora i requisiti che hanno permesso loro di entrare nel network.

Dalla 36esima sessione della Conferenza Generale dell’Unesco, il network delle Città Creative è stato sottoposto a una revisione strategica volta a migliorare la sua sostenibilità finanziaria e programmatica a lungo termine. Per questo motivo al momento il processo di valutazione di nuove città è temporaneamente sospeso.

Per maggiori informazione e per vedere l’elenco di tutte le città creative: Creative Cities Network

Bologna: città creativa per la Musica

Illustration by Tullio Sarti

Nel 2006, anche Bologna è entrata a far parte del network delle Città Creative, selezionata come città creativa per la Musica, grazie al suo fervore e alla sua vitalità artistica e musicale, e alla presenza di un vasto patrimonio storico e contemporaneo di artisti e produzioni musicali, che la rende prima in Italia e seconda in Europa per creatività nel campo della Musica.

La città è famosa anche per molte altre eccellenze, riconosciute come fondamentali per la rete delle Città Creative: dal territorio bolognese e dai suoi dintorni, infatti, provengono marchi e firme importanti e apprezzate a livello internazionale nel campo del design motoristico, industriale e della moda; inoltre la città è rinomata anche per la gastronomia e i prodotti della sua cucina, e per la vivacità del suo settore editoriale e audiovisivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...